Difesa Personale

 

Autodifesa realmente efficace anche per donne e ragazzi

La fisicità femminile rispetto a quella maschile ai fini della difesa  è decisamente deficitaria, ma il vero handicap non è la minore forza fisica, bensì la difficoltà nel gestire paura e l’emotività, che in caso di aggressione solitamente prevalgono sulla capacità di mantenersi lucidi; questo vale naturalmente anche per gli uomini.

Il primo passo  che rende il nostro metodo realmente efficace prevede la gestione dei riflessi istintivi controproducenti, come ad esempio irrigidirsi, indietreggiare quando qualcuno ci attacca, chiudere gli occhi se qualcosa si avvicina al volto per colpirci. Insegniamo  a sviluppare l’attitudine ad andare verso il pericolo gestendo l’istinto di conservazione che ci farebbe assumere tutti questi comportamenti scorretti.

Quest’arte, che abbiamo impropriamente – per i conoscitori del greco antico –  ribattezzato  Μαχία”, è la ricostruzione storica  di un’antichissima scuola iniziatica  di consapevolezza, che si basa sul “conosci te stesso”. Agendo sull’atteggiamento istintivo, possiamo cambiare il nostro meccanismo di risposta, e questo ci fornisce  uno strumento prezioso non soltanto nella pratica del combattimento, ma nella vita di tutti i giorni.

Dal nostro punto di vista i corsi di autodifesa che si basano su simulazioni  di attacco e difesa costantemente ripetute, pur proponendo tecniche virtualmente efficaci difficilmente funzionano nella realtà, in quanto non tengono conto dell’aspetto istintivo/emotivo, come spiegato sopra.

La lezione prevede nella sua prima fase una adeguata e progressiva preparazione fisica basata sull’allenamento funzionale, ottimale per lo sviluppo di tonicità, reattività, agilità e forza.

I gruppi sono composti da 8 persone al massimo per consentire al maestro di seguire al meglio tutti gli allievi.

I servizi sono riservati ai soci ACSI

logo-acsi

Ultimi articoli

Segui la nostra pagina

L'autore dichiara che le immagini contenute in questo sito sono già pubblicate su internet. Se dovesse pubblicare materiale protetto da copyright non esitate a contattarlo per la rimozione.
Tutti i contenuti hanno come scopo quello di diffondere la cultura e l'informazione kinesiologica e non possiedono alcuna funzione diagnostica e non sostituiscono il consulto specialistico.